ONCOLOGIA CATANIA

Il sito dell'Oncologia
dell'Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania



NAUSEA E VOMITO



Il primo pensiero che viene spesso in mente quando il trattamento con la chemioterapia viene discusso è la prospettiva spaventosa di nausea e vomito travolgente. La nausea e il vomito indotti da chemioterapia (CINV) sono spesso ritratti in modo impreciso nei media, nel cinema e in televisione, come un effetto collaterale inevitabile e incontrollabile della chemioterapia.

Assumere il controllo su questo sintomo richiede conoscenza e una comunicazione efficace con l'equipe sanitaria, in modo da partecipare delle decisioni sulla gestione di questo effetto collaterale

Le seguenti considerazioni vi consentiranno di prendere a controllo la CINV:

1) Non tutti i farmaci chemioterapici provocano nausea e vomito

2) Farmaci efficaci sono a disposizione per prevenire e gestire la nausea

3) I farmaci per gestire la CINV lavorano in modi diversi, quindi se un
farmaco non è efficace, ci sono molte altre opzioni

4) È possibile prevedere il grado di CINV che ogni farmaco chemioterapico produrrà e selezionare i farmaci per prevenire la nausea in base al trattamento specifico

5) Fattori individuali di rischio personali possono aumentare la probabilità di CINV, rendendo ancora più importante definire una strategia anti-nausea per te

6) Ci sono strategie non farmacologiche che hanno dimostrato di prevenire o controllare la CINV

La gestione della CINV ha un valore inestimabile per il successo del vostro viaggio attraverso il processo di cura del cancro. Sebbene non sia un effetto collaterale pericoloso per la vita, la CINV può portare a problemi di disidratazione e nutrizionali, così come ad ansia e depressione.

La nausea può influire sulla capacità di trascorrere del tempo con la famiglia e gli amici. Non ben controllata, la nausea o il vomito dopo un trattamento chemioterapico potrebbero fare paura o persino evitare trattamenti futuri. L'American Cancer Society stima che il 70-80% degli individui sottoposti a chemioterapia faranno esperienza con la nausea.

Che cosa è la nausea indotta dalla chemioterapia e vomito (CINV)?

La CINV è la nausea e il vomito che deriva in particolare dal trattamento con farmaci chemioterapici. Ci possono essere altre cause di nausea o vomito che sono associati al cancro o al suo trattamento. Alcuni esempi sono: il trattamento con radiazioni; un'ostruzione intestinale causata da un tumore; gli effetti collaterali dei farmaci contro il dolore; la stitichezza; gli squilibri degli elettroliti (sali minerali che mantengono la chimica del corpo in equilibrio).


Le informazioni sulla nausea vengono inviate al centro del vomito nel cervello da varie parti del corpo tra cui lo stomaco, intestino tenue, l'orecchio interno e la corteccia cerebrale - la parte del cervello responsabile della memoria, la paura e l'anticipazione. Molte sostanze chimiche diverse (neurotrasmettitori) portano le informazioni sulla nausea al centro vomito, che determina la risposta del corpo.

La nausea è definita come una sgradevole sensazione nella parte posteriore della gola e dello stomaco che può portare a vomito. La nausea è spesso associata ad altri sintomi - una tachicardia, sudorazione, vertigini e aumento della salivazione.

Per molte persone, la nausea è peggio del vomito.

Il vomito si verifica quando i muscoli dello stomaco e del torace si contraggono per forzare il contenuto dello stomaco attraverso la bocca. La maggior parte delle persone si sentono meglio dopo il vomito.

I conati di vomito si riferiscono a contrazioni ripetute dei muscoli pettorali e dello stomaco che non si traducono nel vomito. Questo fa sentire spesso le persone peggio.

La CINV può essere suddivisa in diverse categorie a seconda principalmente di fattori dipendenti dal tempo e dal trattamento.

La nausea e il vomito anticipatorio si verifica prima del trattamento ed è il risultato di una precedente esperienza negativa con la chemioterapia, quando la nausea è stata scarsamente controllata. Si tratta di una risposta condizionata. La nausea e il vomito anticipatorio possono verificarsi anche in coloro che sono convinti che saranno nauseati, sulla base di tutto ciò di cui hanno sentito parlare o letto sulla chemioterapia.

La prevenzione della CINV con un trattamento aggressivo prima della terapia elimina la fonte di nausea ed il vomito anticipatori.

La nausea e il vomito acuti si verificano entro minuti od ore dopo aver ricevuto un farmaco chemioterapico noti per causare nausea. Dura fino a 24 ore.

La nausea e il vomito ritardati si verifica almeno 24 ore dopo il trattamento e possono durare fino a sei giorni. Ci sono alcuni farmaci chemioterapici specifici associati a nausea e vomito ritardati. Per questi farmaci, è importante continuare a farmaci anti-nausea per diversi giorni dopo il trattamento.

La nausea e il vomito refrattari sono resistenti al trattamento. Diverse terapie farmacologiche, oltre a strategie non farmacologiche, possono essere richiesti per controllare questo tipo di nausea e vomito.

Fattori di rischio per la CINV:

Una delle cose più importanti da ricordare è che non tutta la chemioterapia provoca nausea e vomito. I farmaci sono divisi in diverse categorie, a seconda di quanto sia probabile che essi causino CINV se non viene praticata una terapia antiemetica efficace - questa caratteristica è chiamata emetogenicità.

Il livello di dose del farmaco, la frequenza di trattamento e la modalità di somministrazione (per via endovenosa od orale) sono presi in considerazione per il calcolo del rischio di CINV. Alcuni farmaci provocano nausea in più del 90% delle persone che lo ricevono senza efficaci farmaci anti-nausea (rischio alto), altri farmaci possono provocare nausea in <10% delle persone(rischio basso o minimo).

Un elenco di agenti chemioterapici comuni e della loro probabilità di causare nausea e vomito può essere trovato sul sito:
http://www.cancer.org/Treatment/TreatmentsandSideEffects/PhysicalSideEffects/NauseaandVomiting/index

La ricerca ha stabilito che determinate caratteristiche possono mettere gli individui a maggior rischio per lo sviluppo di CINV. Tra queste:

- Sesso femminile
- Età inferiore a 50 anni
- Nausea al mattino durante la gravidanza o il movimento (auto)
- Ansia
- Scarso o nessun consumo di alcool

Le persone che si sentono tiepide o calde durante il trattamento, o che sentono un gusto metallico durante la chemioterapia possono anche essere a maggior rischio per la CINV.

E' importante essere informati circa i fattori di rischio personale per CINV e il rischio associato al regime chemioterapico specifico quando si discutono i piani per la prevenzione o la gestione della nausea e del vomito con il vostro medico.


Prevenzione e trattamento della CINV

La partecipazione attiva del paziente significa lavorare con il vostro team di assistenza sanitaria per prendere decisioni su come gestire gli effetti collaterali.

Prima di iniziare la chemioterapia, si dovrebbe discutere un piano di farmaco anti-nausea per prevenire la CINV su misura per te, che comprende:

- Il rischio di CINV con il regime chemioterapico specifico
- L'impatto dei fattori di rischio personale per CINV
- Informazioni circa l'efficacia dei farmaci anti-nausea che avete preso in passato
- Come e quando prendere il farmaco anti-nausea
- Per quanto tempo continuare a prendere i farmaci anti-nausea
- Gli effetti collaterali da aspettarsi
- Cosa fare se il farmaco anti-nausea non è efficace
- Altre strategie non farmacologiche che possono essere utili, comprese le risorse disponibili presso il centro oncologico
- Quando chiamare il medico

Negli ultimi 20 anni, molti progressi sono stati fatti nello sviluppo di farmaci per prevenire o trattare la CINV. Questi farmaci sono chiamati farmaci anti-nausea o antiemetici. Poichè ci sono diverse aree del corpo che possono stimolare il centro del vomito e neurotrasmettitori chimici diversi che portano informazioni sulla nausea, ci sono diverse categorie di farmaci che agiscono in modi diversi. Essi possono spesso essere somministrati in modo efficace in combinazione, perché ognuno può combattere il problema della CINV con un approccio diverso.

L'obiettivo della gestione CINV è la prevenzione.

Alcuni punti importanti da ricordare:

Ti verrà dato il farmaco per prevenire la nausea prima del trattamento.
Poiché gli effetti della chemioterapia continueranno dopo la somministrazione, vi saranno anche dati i farmaci anti-nausea da prendere dopo il trattamento.

Possono essere dati più di un farmaco per la nausea. Questo perché alcuni anti-emetici funzionano meglio quando vengono somministrati insieme.

I farmaci anti-nausea sono spesso somministrati ad intervalli stabiliti del giorno; non aspettare finché non si è nauseati per prenderli. Ricordate che l'obiettivo è la prevenzione.

Chiedi al tuo medico o l'infermiere quando si dovrebbe smettere di prendere il farmaco in modo da non interrompere l'assunzione troppo presto.

Altre strategie non farmacologiche possono essere efficaci nella gestione CINV.

Considerare:

- L'aria fresca con un ventilatore o una finestra aperta
- L'esercizio moderato o leggero
- La musicoterapia
- L'agopressione
- La distrazione - guardare la televisione, parlare con gli amici
- l'auto-ipnosi, l'immaginazione guidata, il rilassamento muscolare. Un terapeuta esperto può aiutarvi ad imparare queste tecniche.

La nutrizione può anche svolgere un ruolo nel contribuire a prevenire la nausea o nella gestione della nausea se si verifica.

- Mangia poco prima del trattamento chemioterapico (alcuni preferiscono aspettare fino a dopo il trattamento per mangiare.
- Evitare forti odori (cibi freddi o a temperatura ambiente hanno meno odore)
- Mangiare piccoli pasti frequenti. Se si dispone di poco appetito, limitare la quantità di liquidi che hai con i pasti.
- Crackers, fette biscottate non dovrebbero disturbare il vostro stomaco.
- Cubetti di ghiaccio o ghiaccioli potrebbero farvi sentire meglio.
- Evitare il piccante, cibi grassi o fritti e bibite gassate.
- Evitare i tuoi cibi preferiti quando si verifica nausea.
- Non sforzatevi di mangiare se siete nauseati
- Ginger - alcuni studi indicano che le capsule di zenzero possono essere efficaci come trattamento per la nausea.
- Se siete troppo stanchi o nauseati per cucinare, chiedete alla famiglia, agli amici o ai vicini di casa di aiutarvi. Il vostro team di assistenza sanitaria può essere anche in grado di suggerire altre risorse.


Quando chiamare il medico

Se il farmaco anti-nausea non è efficace, chiamare il medico o l'infermiere e chiedere un farmaco diverso. Il vomito prolungato può portare a disidratazione grave e altri problemi. Contattate il vostro team sanitario se:

- Il vomito dura più di 24 ore
- Il vomito si ripete per 3 volte all'ora per più di 3 ore
- Il vomito appare come il sangue o fondi di caffè
- Parte del materiale vomitato viene inalato o va nei polmoni
- Siete incapaci di prendere 4 tazze di liquidi al giorno
- Siete incapaci di prendere un cibo solido per 2 giorni
- Siete incapace di prendere i farmaci
- L'urina diventa giallo scuro
- Si verificano confusione, vertigini o sensazione di testa vuota


Risorse aggiuntive

1) Istituto Nazionale Tumori
http://www.cancer.gov


2) Centro Nazionale per la medicina complementare e alternativa
http://www.nccam.nih.gov

3) American Cancer Society
http://www.cancer.org

4) Cura il cancro: un supporto professionale per le persone affette da cancro
http://www.cancercare.org

5) Cancro Nausea
http://www.cancernausea.com

Nessun commento:

Posta un commento